Presentazione

L'"archeologia immaginaria" di Paola Crema , è il frutto di un gioco concettuale teso a farci credere che le sculture da lei realizzate sono in realtà reperti riemersi da un “continente perduto”. Ed il gioco è ancora più complesso nelle sue opere fotografiche, nelle quali “documenta” l’attimo del ritrovamento,mentre in realtà il set - distrutto subito dopo aver effettuato la ripresa - è ottenuto usando quelle sculture da lei stessa prima realizzate. Un gioco di rimandi intrigante con risultati sorprendentemente convincenti.

Artista poliedrica, si è inizialmente dedicata alla creazione di sculture tipo Wunderkammer in argento e materiali preziosi (corallo, perle, oro, cristallo di roccia, pietre semipreziose) e gioielli esclusivi, vere e proprie piccole sculture da indossare. Opere ospitate per un anno nel Museo degli argenti a Palazzo Pitti alcune delle quali esposte in modo permanente.

Si è dedicata alla scultura in bronzo di grandi dimensioni, opere esposte al Museo Archeologico di Firenze, Museo del Corso a Roma , Villa Adriana a Tivoli e numerose prestigiose sedi romane tra le quali il Tempio di Adriano, la Casina delle Civette, la Centrale Monte Martini.
Le sue opere,apprezzate da un pubblico non solo italiano, fanno parte di numerose collezioni private di carattere internazionale.

Ha frequentato l’Accademia delle belle arti di Firenze dedicandosi subito allo studio dell’antichità ma anche del design, ed esplorando a fondo il mondo antiquariale nel quale ha operato con grande successo.

La cultura dell’antico e l’amore per il mondo classico hanno portato l'artista a dar forma a sculture sapientemente modellate, dando corpo alla sua “archeologia immaginaria” in un percorso concettuale che simula ritrovamenti archeologici, concretizzati nelle sue opere in bronzo e talvolta trasferiti, con un gioco di apparente documentazione, in splendide immagini fotografiche che ci fanno partecipare agli “scavi immaginari” di Paola Crema.

Vive e lavora a Firenze e a Roma.


BIBLIOGRAFIA

- C. Crescentini, R. Mambella: catalogo mostra Il Tempo e il Mito: Astronomia / L’Uomo e l’Universo 1609-2009, Archivio di Stato, (EUR) Roma 2009
- I. Gherardi: Rosebud, “Corriere della Sera / Corriere Fiorentino”, Firenze 25 aprile 2009
- P. Luciani: Paola Crema cammina in mondi arcani, in catalogo mostra “Calzature da sogno”, Mac’n, Monsummano Terme (PT), Pacini editore, maggio, giugno 2009
- C.M. Cunaccia: La casa atelier, “Firenze Magazine” n. 10, 2009, p. 200-203
- A. Quattordio: Lux Arcana, “AD Collectors”, supplemento di “AD” n. 331, Milano 2008, p. 46-47
- M. Moss: Casa d’Artista, “d’Ex” n.8, Firenze, novembre 2008
- B. Adembri, M. Sapelli Ragni: catalogo mostra Marguerite. Villa Adriana, Tivoli, giugno 2008
- C. Acidini, O. Casazza, D. Liscia Bemporad, G. Serafini: catalogo mostra Memorie preziose, Ed. Sillabe, Museo degli Argenti e delle Porcellane, Palazzo Pitti, Firenze, ottobre 2007 - settembre 2008,
- B. Pacelli: Nel segno di Atlantide, “Italia Oggi”, 16 novembre 2007
- D. Liscia Bemporad: Il Tempo Grande Scultore, catalogo mostra Museo Capitolino Centrale Montemartini, Roma, novembre 2007
- L. Cini: Sculture gioiello, tra arte, natura e creatività, “La Nazione”, Firenze, ottobre 2007
- P. Luciani: Sculture da indossare, in catalogo mostra, Fortino, Forte dei Marmi (LU), aprile 2007
- AA. VV. Mirabili / l’arte d’abitare, Ed. Formitalia, Valenzatico, Quarrata (PT), marzo 2007, p. 76-85
- G. Serafini: Paola Crema / Continente perduto, Ed. Centro Sperimentale di Arte Contemporanea, Firenze 2006

- P. Luciani: Sculture da indossare, in catalogo mostra, Fortino, Forte dei Marmi (LU), aprile 2007
- AA. VV. Mirabili / l’arte d’abitare, Ed. Formitalia, Valenzatico, Quarrata (PT), marzo 2007, p. 76-85
- G. Serafini: Paola Crema / Continente perduto, Ed. Centro Sperimentale di Arte Contemporanea, Firenze 2006
- P. Luciani: I Gioielli di Paola Crema Fallani, antiquaria e gallerista, (Tesi di laurea) Università degli Studi di Firenze, Facoltà di Lettere, 2005-2006
- G. Serafini: Preziosità e Bizzarrie “A&C”, Ed. Rima, Milano, marzo 2003
- B. Rivarola: Galanterie Gioiellate, “Collection Beirut” n. 5, Ed. Claude J. Mazloum, Beirut 2003
- E. Bagnoli, M. Bossetti: L’Eredità Etrusca,“Accessori Collezioni”, Ed. Rima, Milano, marzo 2003
- AA VV: Artist’s Jewellery in Contemporary Europe, “Newsletter” n. 11, Ed. Ilias Lalaounis Jewelry Museum, Atene, gennaio 2001
- G. Forni: in Contemporary Italian Jewellery in the Sartirana Collection, catalogo mostra Ilias Lalaounis Jewelry Museum, novembre 2000 - gennaio 2001, Ed. Dimitris Platzos, Atene, p. 60-61
- G. Serafini: Preziosi senza tempo, “AL”, Ed. Target n. 11, Bologna, dicembre 2000
- P. Kam Fu: Meduse, “ZIP Magazine Hong Kong”, Ed. Twin Fame Limited, giugno 2000
- E. Schatz: Preziosità e Bizzarrie, catalogo Monaco Art Galerie, Principato di Monaco, Ed. Monaco Art, aprile 2000
- M.T. Prestigiacomo: Quei gioielli sussurrano parole di mare, “Corriere del Mezzogiorno”, Messina,15 marzo 2000
- G. Serafini: Preziosità e Bizzarrie, catalogo mostra Richard Ginori Stores, Firenze, marzo-aprile 2000
- L. Nocentini: Oggetti d’arte da indossare, catalogo mostra Parlamento Europeo, Bruxelles, febbraio 1999
- M. Mostardini: Il giardino segreto, “Il Tirreno”, Livorno, 11 giugno 1998
- B. Rivarola: Triunfo de la plata, “Yoja Arte”, Barcellona aprile 1998, p. 170-175
- M.C. de Montemayor: Intrighi d’argento, “MCM / La storia delle cose”, Firenze, settembre 1997
- R. Baldini: Io, Lady 900, “La Nazione”, Firenze, 16 febbraio 1994
- R. Reif: Shoppers world “New York Times”, New York, 15 aprile 1990

Presentazione